Testata - Vivere la Casa in Campagna
Benessere e sostenibilità - Scopri di più

Quanto impattano gli sprechi sulle nostre vite?

19 Marzo 2024 | Dalla rivista

Editoriale del n. 1/2024 di Vivere La Casa in Campagna

Cari lettrici e lettori,

nei giorni in cui questa rivista è data alle stampe è prevista la sessione plenaria dell’Europarlamento per l’approvazione della Direttiva Case Green che definisce un percorso a tappe per ridurre l’impoverimento delle risorse ambientali ed evitare, sostanzialmente, inutili sprechi per un abitare più sostenibile.
Questo ci ha portati a una riflessione di più ampio respiro sull’impatto degli sprechi nella nostra vita, e non solo.

Pensiamo al fast fashion, la produzione di abbigliamento di ridotta qualità a basso costo: tutto il ciclo di produzione, commercializzazione e dismissione di merce invenduta o rapidamente sostituita incide drasticamente a livello sociale, ambientale ed economico. A questi aspetti dalle diverse sfaccettature e alle iniziative che si stanno introducendo per arginare o limitare questo problema dedicheremo un articolo in un prossimo numero.

Avete mai pensato, poi, a quanto denaro sprechiamo in beni non necessari, spesso vittime di una pressione sociale che ci spinge a essere sempre al passo con i tempi, a d apparire più che ad essere, a cercare gratificazioni in cose materiali (shopping compulsivo)? Questo modello di consumo non è sostenibile né per l’ambiente né per le nostre tasche: significa un aumento dei rifiuti – che molto spesso, purtroppo, non vengono smaltiti correttamente, se non addirittura abbandonati lungo i fiumi, nei campi, sulle strade – ma anche ansia e stress perché le finanze non bastano per arrivare a fine mese. La chiave di volta è una maggiore consapevolezza delle nostre abitudini di spesa abbinata a una buona gestione del budget familiare.

Non dimentichiamoci, poi, del cibo che finisce nella spazzatura: è proprio il comparto domestico quello in cui l’impatto è maggiore. È questo un problema ambientale di grande portata, perché significa che tutte le risorse impiegate per far arrivare i generi alimentari nelle nostre case non sono state bilanciate dal consumo. Ma è anche un problema etico, se pensiamo che cresce ogni anno il numero delle persone che non hanno accesso costante agli alimenti. Impostare un cambio di rotta nelle nostre abitudini quotidiane non è difficile: troverete molti consigli nelle prossime pagine.

E, infine, lo spreco di un’altra risorsa importante e limitata: il tempo. Impariamo a ridimensionare quello dedicato ai social, per esempio, a favore di attività che non ci diano sensazioni di piacere effimere, ma durature e reali: che siano un buon libro, una rivista, una passeggiata nel verde, una gita culturale, la vita in famiglia, un’uscita con gli amici, un’opera di volontariato e, perché no, la visita alla nostra Fiera di Vita in Campagna (15-17 marzo, Montichiari-Brescia): sarebbe bello potervi incontrare!

Foto di © Azar – stock.adobe.com

    Dichiaro di aver letto e accettato la Privacy Policy

    0 commenti

    Invia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *